Con il termine prevenzione terziaria si intende l’insieme delle attività e interventi finalizzate a contenere e controllare gli esiti complessi di una patologia.
La prevenzione terziaria quindi si occupa di persone già malate, con malattie croniche o irreversibili, con l’obiettivo di limitare la comparsa di recidive, complicanze o di invalidità.
Spesso la prevenzione terziaria si sovrappone alla terapia (ad esempio la dieta per una persona con diabete).
Rientra nella prevenzione terziaria la riabilitazione intesa come il recupero dello stato funzionale il più normale possibile per un paziente che come conseguenza di uno stato patologico o disfunzionale presenta deficit e disabilità funzionali.

Tra le attività di prevenzione terziaria rientrano misure riabilitative e assistenziali, di reinserimento familiare, sociale e lavorativo del malato, e finalizzate all’aumento della qualità della vita (ad esempio, misure di riabilitazione motoria; supporto psicologico; ecc.)

Bibliografia: