Public engagement

L’invecchiamento e l’invecchiamento in salute riguardano l’intera società, non soltanto ricercatori e operatori sanitari. Per questo motivo tra i pilastri dell’Aging Project è presente il coinvolgimento della cittadinanza, come impegno dell’Università nei confronti della società civile e del territorio.

Perché il Public Engagement?

Per Public Engagement si intende l’insieme di attività senza scopo di lucro con valore educativo, culturale e di sviluppo della società.

Con le nostre attività nell’ambito del Public Engagement miriamo a favorire la diffusione delle conoscenze acquisite e promuovere una cultura dell’healthy aging su basi scientifiche solide, a restituire alla società il valore prodotto dall’Università, in modo coerente con le esigenze e i bisogni reali e in sinergia con una rete di associazioni, istituzioni e attori locali, che condividono la nostra vision.

Le attività di Public Engagement sono strettamente intrecciate sia con quelle di ricerca sia con quelle didattiche. La formazione di operatori sanitari specializzati nell’ambito dell’aging e della gestione del paziente anziano, per esempio, è strettamente correlata alla pianificazione dell’assistenza sanitaria nazionale e regionali.

Nell’ambito della ricerca i cittadini diventano protagonisti attivi e parte della comunità scientifica, attraverso la partecipazione a progetti come il Novara Cohort Study e alla donazione di campioni per la biobanca.

Attraverso la creazione di spin off universitari ci impegniamo a creare una relazione anche con il mondo imprenditoriale, mettendo a disposizione il know how acquisito nell’innovazione tecnologica,con un’attenzione speciale ai bisogni della società e all’evoluzione dell’economia.

 

La divulgazione scientifica

Il nostro contributo alla divulgazione passa innanzitutto attraverso l’attività editoriale di questo sito, in particolare la sezione L’invecchiamento, dove è possibile trovare contenuti informativi specificamente dedicati ai cittadini. Alla redazione collaborano i nostri ricercatori ed esperti di comunicazione scientifica, per rendere le informazioni sull’Aging e sui nostri progetti di ricerca comprensibili e applicabili nella vita quotidiana da tutti.

I nostri dottorandi seguono specifici corsi tenuti da giornalisti ed esperti di comunicazione sulla redazione di testi divulgativi e sugli strumenti digitali di comunicazione, collaborando attivamente alla produzione di contenuti per il sito.

Inoltre, organizziamo periodicamente giornate di laboratori e seminari aperti a tutti. Alcuni esempi delle attività svolte negli ultimi anni dal DIMET, sul tema dell’Aging sono: La notte dei Ricercatori a Novara, Le giornate di prevenzione dell’osteoporosi e sulla lifestyle Medicine a Biella in collaborazione con la cooperativa Anteo, la pubblicazione di articoli divulgativi sulla stampa locale.

I progetti in corso

Progetto Dedalo

DEDALO, volare sugli anni è un progetto che ha l’obiettivo di promuovere un invecchiamento sano e attivo dei cittadini di Vercelli e di Santhià. È stato avviato nel 2017 dal Comune di Vercelli, dall’Azienda Sanitaria Locale di Vercelli e dall’Università del Piemonte Orientale, in collaborazione con oltre 30 organizzazioni del vercellese, tra le quali i musei, gli enti e le associazioni del settore della promozione della salute, dello sport e della valorizzazione del territorio e scuole con il coinvolgimento di operatori economici del territorio.
Il gruppo di lavoro di DEDALO, composto da rappresentanti degli enti coinvolti, seleziona periodicamente, fra le attività che la comunità locale offre, quelle che la comunità scientifica definisce efficaci per la promozione di un invecchiamento sano e di successo. Si tratta di interventi per incentivare l’attività fisica o l’alimentazione salutare, eventi culturali per la stimolazione cognitiva, iniziative di conoscenza del territorio. Questi eventi vengono organizzati in un’offerta organica, rinnovata settimanalmente, di percorsi di salute, promossi attraverso un sito web, i social network, una newsletter periodica oltre a materiale cartaceo.
I percorsi di salute che propone DEDALO sono 4:

  1. la buona alimentazione (corsi di cucina, scambio di ricette, conferenze),
  2. il muoversi insieme (proposte per praticare attività fisica),
  3. la meraviglia e lo stupore (proposte per l’attivazione e il mantenimento delle capacità cognitive),
  4. la scoperta del territorio (attività che incentivano i legami con la propria comunità).

Chi partecipa alle attività dispone di una tessera punti, che premia chi partecipa ad almeno 10 attività tra quelle proposte. Alla tessera riempita corrispondono premi offerti dalle organizzazioni partecipanti, quali buoni spesa, accessi gratuiti ai musei o a attività sportive etc.
Al progetto DEDALO è associato un progetto di valutazione di impatto sulla salute, che si avvale di uno studio quasi sperimentale, comparando la coorte dei partecipanti a DEDALO con un campione di cittadini di Vercelli.
Visita il sito , Facebook , Instagram , Mailinglist

Museo Borgogna, Vercelli

Il Museo Francesco Borgogna di Vercelli ospita una vasta collezione di pittura, scultura, arti decorative, lastre fotografiche. È partner di numerose iniziative legate al Progetto Dedalo.
Visita il sito