Marco Varalda - Aging Project UniUPO

Sono Laureato in “Medical Biotechnologies” all’Università del Piemonte Orientale, dove ho lavorato nel laboratorio di biochimica. Qui ho imparato molto su come lavorare in un laboratorio, sia dal punto di vista tecnico che intellettuale, oltre al fatto che si può sempre migliorare.
Ho scelto quindi di continuare la mia carriera su questa strada poiché la considero un’ottima occasione per mettere in pratica tutto quello che ho imparato fino ad ora.

Anno accademico di inizio: 2019/2020

Curriculum: Physiopathology of aging

Tutor: Prof. Paolo Marzullo

Filone di ricerca

L’invecchiamento consiste in un progressivo declino funzionale che colpisce tutti i tessuti del corpo portando ad un aumento del rischio di malattia.
Uno dei tessuti coinvolti in questo processo è il tessuto adiposo. Quest’ultimo è un organo altamente dinamico capace di interagire direttamente con il metabolismo energetico, i processi infiammatori e lo stress ossidativo. Nell’invecchiamento, il tessuto adiposo subisce molte modifiche a livello di distribuzione, abbondanza e composizione cellulare che portano un aumento di rischio di sviluppo di malattie legate all’invecchiamento, compresi disordini metabolici e cancro. L’individuazione di nuovi markers biologici riconducibili all’invecchiamento e a malattie ad esso relate può contribuire a identificare fattori di rischio nella popolazione e può essere utile al fine di comprendere i meccanismi molecolari dell’invecchiamento e a sviluppare nuovi trattamenti contro malattie legate ad esso.


Iscriviti alla Newsletter

* Richiesti

Scegli la newsletter

Consenso all’utilizzo dei datiAging Project userà le informazioni che fornisci al solo scopo di inviarti la newsletter richiesta.

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul link che trovi nel footer dell'email. Per informazioni sulla Privacy Policy clicca qui.

Cliccando su "Acconsenti", accetti anche che le tue informazioni saiano trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Ulteriori informazioni sulle privacy di Mailchimp qui