A partire da quest’anno accademico, il corso di dottorato di ricerca (Ph.D) a in “Food, Health and Longevity” sarà realizzato in convenzione tra l’Università degli Studi del Piemonte Orientale e l’Università degli Studi di Torino.

Il corso di Dottorato gemma dalla fusione dei progetti di Eccellenza dei due Dipartimenti di Medicina UPO e Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari (DISAFA) di UNITO. Il Dottorato sarà interdisciplinare per formare competenze nelle tematiche “Food” e “Longevity” e colloquiare con più discipline in modo strategico.

I due Atenei rilasceranno congiuntamente il titolo accademico di Dottore di Ricerca in “Food, Health and Longevity”, che riporterà i loghi delle Parti e sarà sottoscritto, congiuntamente, dai rispettivi Rettori

Due università per un’eccellenza

La collaborazione tra i due Atenei si propone di assicurare la promozione di una visione integrata per la formazione accademica, lo sviluppo della ricerca e dell’innovazione tecnologica.

La creazione di questo percorso comune avviene in uno spirito di parità ed equità sotto il profilo economico, decisionale, formativo e procedurale: gli Atenei garantiranno ciascuno 3 borse di studio e il collegio docente coinvolgerà figure di rilievo sia dell’Università del Piemonte Orientale sia dell’Università di Torino.

La professoressa Antonia Follenzi, coordinatore del Ph.D, spiega:  “la collaborazione con l’Università di Torino è il primo passo di un processo di progressiva estensione della rete di partnership, che ci permette di consolidare il nostro ruolo nella ricerca e in un prossimo futuro ci porterà verso l’internazionalizzazione del dottorato”

Il professor Simone Luca Cocolin, Professore Ordinario di Microbiologia Agraria dell’Università di Torino e membro del collegio docente del Ph.D, aggiunge: “Questo dottorato rappresenta un’occasione unica per mettere a sistema l’eccellenza dei due Atenei piemontesi su tematiche attuali e di grande interesse sociale, mediante un approccio transdisciplinare e di cross-contaminazione”.

Come partecipare al bando

Per essere ammesso al dottorato di ricerca, è necessario partecipare ad un concorso pubblico.
Il bando di concorso per l’anno accademico 2020-2021, XXXVI ciclo, è consultabile sul sito dell’Università . La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione è il 31 luglio 2020 alle ore 12.00

Per informazioni ulteriori è possibile contattare l’ufficio dottorati, Mario Repole