Il 26 ottobre 2023, si è svolto un importante incontro presso Villa San Remigio a Verbania tra l’Università del Piemonte Orientale e l’Università dell’Insubria con l’obiettivo di approfondire la ricerca sull’invecchiamento e la cura degli anziani. L’evento ha riunito esperti, docenti e professionisti della sanità per discutere le sfide e le opportunità legate all’aumento dell’aspettativa di vita della popolazione.

La giornata di lavoro è iniziata con i discorsi di benvenuto del Rettore dell’Università del Piemonte Orientale, il professor Gian Carlo Avanzi, della Delegata per la Ricerca dell’Università dell’Insubria, la professoressa Flavia Marinelli, e del direttore del Dipartimento di Medicina Traslazionale dell’UPO, il professor Gianluca Aimaretti.

I docenti dell’Università dell’Insubria hanno presentato i loro progetti: il professor Mario Picozzi ha sottolineato l’importanza di pianificare in modo condiviso le cure e il benessere degli anziani. Successivamente, i professori Alessandra Vicentini e Daniel Russo hanno illustrato il progetto A.Ge.Vol.A, che si concentra sulla comunicazione tra anziani, famiglie e operatori sanitari al fine di migliorare l’assistenza. Il professor Giorgio Ferriero ha presentato un progetto incentrato sull’attività fisica e cognitiva nel processo di invecchiamento riuscito. I professori Roberto Papait e Antonino Bruno hanno esaminato il ruolo dell’epigenetica e dell’immunità nell’invecchiamento. Infine, il professor Gianpiero Merati ha esplorato il contributo della chinesiologia all’importanza di mantenere la forma fisica negli anziani.

Nel pomeriggio, i docenti dell’Università del Piemonte Orientale hanno presentato i temi dell’Aging Project, un’eccellenza del Dipartimento di Medicina Traslazionale che si impegna a affrontare la sfida scientifica e sociale dell’invecchiamento, concentrandosi su quattro pilastri: interdisciplinarietà, traslazionalità, supporto alla ricerca e alla didattica, coinvolgimento territoriale.

Il professor Mattia Bellan ha presentato “TeachingAging“, un programma di formazione permanente innovativo sull’invecchiamento. Successivamente, la professoressa Daniela Capello ha affrontato i temi della ricerca di base e traslazionale sull’invecchiamento con il programma “Translaging“, mentre il professor Alberto Dal Molin ha esposto il programma “Bettercare4Aging“, focalizzato sui modelli organizzativi-assistenziali e lo sviluppo dei sistemi di welfare.

I partecipanti

In seguito, è stata data particolare attenzione ai due progetti gestiti dall’Università del Piemonte Orientale finanziati tramite la Misura 4 Componente 2 del PNRR:

  1. Ecosistema dell’Innovazione “NODES – Nord Ovest Digitale e Sostenibile“, che mira allo sviluppo e alla crescita sostenibile e inclusiva del territorio del Piemonte, Valle d’Aosta e delle province occidentali della Lombardia (Como, Varese, Pavia).
  2. Partenariato Esteso “Age-It: Aging well in an aging society“, un progetto che affronta le tematiche dell’invecchiamento attraverso sinergie tra ricerca, formazione e trasferimento tecnologico. L’UPO guida lo Spoke 10 “Invecchiamento e politiche”, dedicato alle politiche per favorire nuove strategie di intervento a livello nazionale e locale.

La giornata si è conclusa con una sessione plenaria di discussione tra i partecipanti, che ha offerto l’opportunità di condividere idee e riflessioni sulle tematiche affrontate durante le diverse sessioni.

 


Iscriviti alla Newsletter

* Richiesti

Scegli la newsletter

Consenso all’utilizzo dei datiAging Project userà le informazioni che fornisci al solo scopo di inviarti la newsletter richiesta.

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul link che trovi nel footer dell'email. Per informazioni sulla Privacy Policy clicca qui.

Cliccando su "Acconsenti", accetti anche che le tue informazioni saiano trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Ulteriori informazioni sulle privacy di Mailchimp qui