Le attività della vita quotidiana (in inglese Activities of Daily Living, spesso abbreviato in ADL) sono le attività che un individuo adulto compie in autonomia e senza il bisogno di assistenza per sopravvivere e prendersi cura di sé. L’impossibilità di compiere in autonomia queste attività può generare situazioni di scarsa sicurezza o peggiorare significativamente la qualità della vita: per questo la valutazione delle ADL può servire per considerare la necessità di assistenza a casa o di ricovero per le persone anziane.

L’invecchiamento della popolazione ha reso necessario individuare alcuni parametri come indicatori delle funzionalità delle persone anziane. Una prima scala di valutazione delle ADL, per determinare lo stato di autonomia funzionale dell’anziano, è stata proposta per la prima volta nel 1950 da Sidney Katz, presso il Benjamin Rose Hospital a Cleveland. Le scale di valutazione sono state perfezionate in seguito da numerosi ricercatori.

Le ADL sono generalmente distinte in:

  • Igiene personale – lavarsi, fare il bagno o la doccia, igiene orale, dei capelli e delle unghie
  • Gestione della continenza – capacità di utilizzare correttamente il bagno
  • Vestirsi – capacità di selezionare e indossare abiti adeguati
  • Alimentazione – capacità di alimentarsi in modo autosufficiente
  • Ambulazione – capacità di passare da una posizione all’altra e di camminare in modo indipendente

Oltre alle ADL, sono spesso oggetto di valutazione anche le Instrumental ADL (IADL), attività che non sono indispensabili per la sopravvivenza, ma permettono alle persone di vivere in maniera indipendente all’interno di una comunità.

Le IADL sono raggruppabili nelle seguenti tipologie:

  • Compagnia e supporto sociale: un parametro fondamentale per valutare le risorse
  • Trasporti e spesa – valuta quanto una persona può spostarsi o procurarsi la spesa e i farmaci senza aiuto
  • Preparazione dei pasti – valuta la capacità di pianificare e preparare i vari pasti, compreso fare la spesa e conservare correttamente gli alimenti
  • Fare le pulizie e mantenere in ordine la casa – valuta la capacità di pulire, riordinare, gettare la spazzatura, fare il bucato e riordinare i vestiti
  • Gestione dei farmaci – valuta la capacità di procurarsi le prescrizioni e i farmaci e di assumere le terapie secondo i tempi previsti e nei giusti dosaggi
  • Comunicare con gli altri – valuta la capacità di utilizzare gli strumenti di comunicazione come il telefono e in generale la capacità di rendere la casa ospitale e accogliente per i visitatori
  • Gestione delle finanze – valuta la capacità di gestire il conto corrente, i pagamenti e le spese.

Quali possono essere le cause del declino delle ADL e delle IADL?

Malattie muscoloscheletriche, neurologiche, circolatorie o sensoriali (vista, udito) possono ridurre le funzionalità fisiche e rendere più difficile lo svolgimento delle ADL. Anche il declino cognitivo e mentale può essere una delle cause della perdita di autonomia: le fluttuazioni delle funzioni cognitive nelle persone con demenza sono associate a riduzione delle ADL con un forte impatto sulla qualità della vita. Inoltre possono incidere sulle ADL anche gli effetti collaterali dei farmaci e le caratteristiche dell’ambiente in cui vive la persona anziana.

 

Bibliografia

  • Edemekong PF, Bomgaars DL, Sukumaran S, et al. Activities of Daily Living (ADLs) [Updated 2019 Dec 12]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2020 Jan-. Available from: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK470404/
  • Katz S. Assessing self-maintenance: activities of daily living, mobility, and instrumental activities of daily living. J Am Geriatr Soc. 1983 Dec;31(12):721-7.
  • Costenoble A, Knoop V, Vermeiren S, et al. A Comprehensive Overview of Activities of Daily Living in Existing Frailty Instruments: A Systematic Literature Search [published online ahead of print, 2019 Dec 17]. Gerontologist. 2019;gnz147. doi:10.1093/geront/gnz147