NEUROAGING – L’invecchiamento cerebrale: dai modelli cellulari alla prevenzione e cura delle malattie neurodegenerative

Il miglioramento dell’aspettativa di vita determina un aumento di incidenza delle malattie neurodegenerative (Alzheimer, Parkinson e SLA): l’invecchiamento infatti è il più importante fattore di rischio per queste malattie incurabili. I meccanismi con cui il cervello invecchia e i fattori che condizionano la rapidità di progressione non sono ancora stati chiariti. L’obiettivo principale del progetto è quello di identificare i fattori biologici e ambientali sottesi all’invecchiamento cerebrale nei soggetti sani e nei pazienti con malattie neurodegenerative.
La strategia comprende l’utilizzo di tecniche altamente innovative di analisi genetiche e di saggi in vitro che utilizzano cellule isolate da anziani sani e pazienti con malattie neurodegenerative e riprogrammate in cellule staminali pluripotenti indotte (iPSCs). Al fine di incrementare la potenzialità traslazionale lo studio si focalizzerà inoltre sulla ricerca di nuovi biomarcatori metabolici, di neurodegenerazione e neuroinfiammazione.

Workpackages

  • WP1 Ricerca di nuovi marcatori genetici di invecchiamento cerebrale in soggetti sani e in pazienti con Malattie Neurodegenerative attraverso nuove tecniche di analisi genetica e genomica e interazione con l’esposizione a fattori ambientali modificabili per futuri interventi di prevenzione
  • WP2 Riprogrammazione di cellule derivate da soggetti sani e pazienti affetti da M neurodegenerative in cellule staminali pluripotenti indotte  per lo studio dello stato epigenetico e correzione del difetto genico attraverso trasduzione con vettori lentivirali
  • WP3 Ricerca di biomarcatori serici e liquorali per migliorare la diagnosi e la terapia delle malattie neurodegenerative
  • WP4 Studio di modelli cellulari basati su cellule staminali pluripotenti indotte e cellule T per una medicina personalizzata della Malattia di Parkinson
  • WP5 Studio del sistema glinfatico cerebrale nelle malattie neurodegenerative: la RMN come biomarcatore radiologico.

Gruppo di lavoro

  • Clinical Neurology: Cantello, Comi, De Marchi, Mazzini
  • Genetic Laboratory: D’Alfonso, Corrado, Barizzone
  • Histology Laboratory: Follenzi, Olgasi
  • Immunology: Chiocchetti, Bellan, Cappellaro, Maione, Raineri
  • Neuroradiology: Stecco, Carriero, Negroni

Partnership

Area di ricerca: Perché invecchiamo, Malattie legate all'età

Principal Investigator (PI) e CO-PI:

Letizia Mazzini (PI) - Physician at the SCDU of Neurology - AOU Maggiore della Carità
Roberto Cantello (Co-PI) - Associate professor - Department of Translational Medicine – UPO